La Signora del Conero

Detta anche “la Signora del Cònero”, Numana è una graziosa cittadina rivierasca delle Marche – Bandiera Blu FEE dal 2000 – con una storia antichissima, tanto che il suo porto naturale veniva utilizzato già oltre 2.500 anni fa dai Piceni, quindi dai Greci e poi dai Romani. Per maggiori informazioni consulta il sito TurismoNumana.it.

Numana è inserita nel Parco Regionale del Cònero in quanto è situata alle pendici meridionali dell’omonimo monte, uno sperone roccioso di circa 600 metri di altezza che degrada rapidamente nel Mare Adriatico. Qui si formano baie e calette di sassi bianchissimi, spesso raggiungibili soltanto via mare, sovrastate da pinete e dalla tipica macchia mediterranea.
Il centro storico della cittadina (Numana alta), dove viuzze strette e ripide separano le antiche case dei pescatori, si trova su di una falesia a picco sul mare, a confine con l’abitato di Sirolo; esso ricomprende anche due baie naturali, la Spiaggia dei Frati e la Spiaggiola. Dal porto turistico – muovendosi verso sud – inizia invece Numana bassa, il cui arenile ghiaioso raccoglie gli stabilimenti balneari di Marcelli e si estende fino alla foce del fiume Musone.